domenica 27 maggio 2012

Forma delle Unghie: forse non tutti sanno che...


Leggendo i tanti commenti sul tema nei vari Social Networks e relative informazioni non sempre corrette, ho deciso che era ora di un bel post sulla Forma delle Unghie!

Innanzitutto, vorrei fare un appunto che può sembrare superfluo ma, … ma.
Quando in Italia si incominciavano a vedere le prime Manicure con French, le donne Italiane dismettevano letteralmente l'idea di una mano che appariva così “volgare”: la forma quadrata del French era innanzitutto una novità... per cui la diffidenza che caratterizza generalmente il nostro popolo per tutto ciò che è nuovo, ha contribuito per anni a demonizzare quella forma delle unghie (e c'è ancora qualche Signora non ancora convinta che le forme non fanno la volgarità!)
Detto ciò, pregherei tutte, ma proprio tutte, di guardare le mani curate nel loro insieme, senza pregiudizi su forme o colori e, considerare che una cosa non è automaticamente “volgare” solo perché è una novità a cui i nostri occhi non sono abituati o perché non ci piace...

LE FORME


Secondo alcuni canoni estetici molto semplici, la forma delle unghie adatta, garantisce un risultato ottimale alla manicure ed è proprio per questo che, rispettando alcuni accorgimenti di base, si possono ritoccare alcuni difetti, cosa molto più importante che seguire a tutti i costi il trend del momento.

Se le unghie naturali della mano in questione sono larghe, oppure in presenza di un letto ungueale molto corto (la parte rosa dell'unghia per intenderci), o ancora nel caso in cui le dita siano corte, è meglio optare per forme dell'unghia arrotondate, per esempio ovali (a mandorla) o comunque tondeggianti; in questi casi non stendete lo smalto su tutta la superficie, ma solo nella parte centrale, lasciando almeno un millimetro ai lati e vedrete che le vostre unghie appariranno più slanciate.

Sempre rispettando i vostri personali gusti riguardo i colori da usare, considerate però che gli smalti scuri “snelliscono”, mentre al contrario quelli chiari tendono ad “allargare”!
Le quadrate non sono adatte a queste tipologie di unghie/mani, ma con i dovuti accorgimenti (allungamento del letto ungueale etc) e le giuste proporzioni, in caso di ricostruzione si può ottenere un ottimo risultato anche con queste forme.


Una ormai nota forma ibrida, Quadrata/Ovale, cioè quadrata, ma arrotondata agli angoli (Squovale, nata negli anni '80), è adattabile a tutti i tipi di unghie e costituisce un ottimo compromesso per chi vuole la forma quadrata a tutti i costi!


La soluzione ottimale per chi ha, invece, unghie strette e dita piccole e letto ungueale lungo, è la forma quadrata.
In questi casi i colori chiari o vivaci, stesi su tutta l'unghia, faranno apparire le unghie più ampie ed è  consigliatissimo, anche il French Manicure.

Detto ciò, aggiungo l'ultima forma, quella che il Volgo demonizza oggi: lo Stiletto (in realtà ce ne sono tante di più di nuove forme, ma semplifichiamo eh!)
Tralasciando l'aspetto puramente artistico, per cui la lunghezza delle unghie consente a noi patite di avere più spazio per decorare, un unghia a punta non necessariamente si deve portare lunghissima... a parità di lunghezza, non è più scomoda delle altre, e lasciatemelo dire: la maggior parte delle foto di Capolavori Stiletto che vedo in giro, strutture bellissime realizzate da Nail Artist eccezionali e decorate con raffinatezza ed eleganza, di volgare... hanno solo i commenti idioti e offensivi di persone ignoranti e con poca classe.  

Un grande cuore gonfio, giallo e rosso.

Ieri è stata una giornata di lacrime e commozione. Chi non capisce i meccanismi di Roma, della Roma e dei tifosi, non può capire cosa è s...